Itinerari Cultura

 

La storia di questo territorio è variegata e composita, perché i suoi centri di riferimento, da Roca Vecchia a Borgagne a Melendugno, sono cambiati nel corso dei secoli e ognuno di essi, come tanti tasselli che si sono infine incastonati, ha lasciato importanti testimonianze che attraversano tutte le epoche a partire dal Neolitico.

Risalgono infatti proprio a questo periodo due Dolmen situati presso Melendugno e l’area archeologica di Roca Vecchia, la cui storia ha origine nell’età del bronzo: è possibile scoprirli seguendo il nostro itinerario archeologico, che include inoltre un passaggio obbligato alla ricerca delle più antiche iscrizioni rupestri qui conservate in alcune delle grotte più note delle marine: Poesia e San Cristoforo.

A proposito di insediamenti rupestri, non deve sfuggire l’occasione di esplorare il complesso sistema di ripari di fortuna scavati nella tenera roccia dai monaci basiliani lungo tutta la splendida cornice paesaggistica del litorale: a patto di essere disposti ad avventurarsi almeno un po’, è possibile visitarli tutti seguendo l’itinerario delle grotte costiere.

E per restare sulla costa, perché non visitare tutte le marine di Melendugno per scoprire l’ingegnosa rete difensiva e di avvistamento cinquecentesca? L’itinerario delle torri costiere allora è quello più indicato.

Se invece l’intento è la riconciliazione dello spirito, si sappia che la tradizione religiosa è intimamente radicata nel territorio al punto che nella sola Melendugno si trovano ben tre chiese, a Borgagne altre due, senza contare che ognuna delle marine ha la sua.

L’itinerario pellegrinaggi e l’itinerario architettonico consentono di visitare sia i principali luoghi di culto seguendo i tradizionali percorsi del rito, sia gli edifici civili simbolo del potere amministrativo, in modo da coprire tutte le epoche con le loro differenti peculiarità costruttive.

L’itinerario mestieri antichi, invece, consentirà la scoperta di tutte quelle attività che hanno scandito la vita della vecchia società contadina. I mestieri, principalmente diffusi nel settore primario, sono praticati ancora oggi conservando parte di quelle tecniche che hanno contraddistinto per generazioni il lavoro di tante famiglie.

L’attività lavorativa si ripercuoteva sulla quotidianità di queste famiglie anche per la scelta stilistica di strutture abitative e lavorative. L’itinerario costruzioni tradizionali vi farà conoscere diverse espressioni architettoniche rurali come masserie, frantoi ipogei e pajare. Gli itinerari case a corte a Melendugno e Borgagne invece vi porteranno tra le vie dei rispettivi centri storici per ritrovare questi antichi luoghi della vita familiare.


Rispondi